Piazze delle Partecipazione

Sogni, incubi e realtà dal territorio

Premessa

Il Festival della Partecipazione è promosso da ActionAid e Cittadinanzattiva con il contributo di Slow Food Italia, in collaborazione con il Comune dell’Aquila.

La terza edizione del Festival della Partecipazione si propone di riflettere sull’era dell’incertezza che viviamo, essa può suscitare sogni, generare incubi o consigliare un ancoraggio alla realtà.

Il percorso partecipativo Le piazze della Partecipazione ha dato voce ai sogni, incubi e realtà dei cittadini e dei giovani del territorio aquilano (e oltre). Attraverso incontri dedicati all’approfondimento dei problemi, delle soluzioni e delle alternative i cittadini hanno elaborato proposte per il futuro della ricostruzione e dello sviluppo urbano della città da condividere con gli stakeholder e l’amministrazione durante gli eventi del Festival.

I numeri del percorso

1 manifestazione di interesse 37 organizzazioni partecipanti

3 incontri di analisi, discussione e co-progettazione 3 tavoli di lavoro

3 eventi nel programma del Festival

Metodologia

I incontro (13 luglio) – Analisi dei peggiori incubi temuti, delle illusioni a cui il territorio ha dovuto far fronte negli ultimi anni e delle risorse sulle quali contare per incidere sulla futura realtà.

II incontro (27 luglio) – Sulla base dell’analisi e delle principali risorse emerse, avvio dei tavoli di lavoro: il capitale umano, la città ricostruita e le risorse territoriali. In ogni tavolo individuazione priorità da perseguire per garantire la valorizzazione delle risorse e stakeholder da coinvolgere.

III incontro (07 settembre) – Discussione delle priorità emerse, scelta della priorità da approfondire durante il Festival e co-progettazione dell’evento.
IV incontro – 11|14 ottobre – Tre eventi co-progettati e diffusione delle 10 priorità emerse.
Il percorso è coordinato da Mètis Community Solutions soc. coop. soc.

Organizzazioni partecipanti

Alleanza tra diverse organizzazioni aquilane (Angelus Novus, Arci, Auser, Jemo ‘Nnanzi, Italia Nostra, Giovine L’Aquila, Panta Rei), Aps Immagina, Aquilasmus – ESN L’Aquila, Ass. culturale “Quinta Giusta”, Ass. Culturale Urban Center L’Aquila, ASSAI Associazione Scuole Sicure Abruzzo Italia, Associazione 180amici L’Aquila ONLUS, Associazione Bibliobus L’Aquila, Associazione Borghi Autentici d’Italia, Associazione Comitato Osservatorio Nordovest onlus, Associazione Culturale Demos Teramo/Giulianova, Associazione culturale Domus de Jana, Associazione Donne TerreMutate, Associazione Felecta onlus, Auser Insieme L’Aquila, Autismo Abruzzo onlus, Centro di cultura U.N.L.A. L’Aquila, Circolo Arci Querencia, Cittadinanzattiva AQ, Comitato giovani Festival, Comitato scuole sicure L’Aquila, Commissione “Oltre il Musp”, Compagnia Teatrale Il Gruppo dell’Aquila, Consulta Giovanile dell’Aquila, Cooperativa di comunità Le Fonti, Coordinamento associazioni disabili L’Aquila, Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia dell’Aquila – Centro di Servizio per il Volontariato, Harp, IANUA Cooperativa Sociale E.T.S., Ilex Torre del Cornone, Italia Nostra onlus, Sezione dell’Aquila “Carlo Tobia”, ME-MMT Abruzzo, MEIC L’Aquila (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale), Misa aps, Missione Fluturnum, Archeologia e Antropologia nell’Alta Valle del Sagittario, Mu.sp.a.c. (Museo Sperimentale d’Arte Contemporanea), Pro Natura L’Aquila, Psicologi per i Popoli-Abruzzo.

Una nuova vita per il complesso monumentale dell’800 aquilano - FdP2018

Alternanza scuola lavoro...ma perché? - FdP2018